PITTURA IMITATIVA

La pittura imitativa è uno strumento versatile e molto utile per risolvere buona parte dei problemi relativi alla ricostruzione e ritoccatura del legno (ma in certi casi anche marmo e stoffa)
Considerando un supporto in legno come “soggetto” potremo semplificare il concetto di pittura imitativa considerandolo come l’esecuzione di un “ritratto” del legno stesso nella sua parte mancante o deteriorata.
La buona riuscita di un intervento di ripristino estetico mediante pittura imitativa dipende,oltre che dall’abilità dell’esecutore,anche da altri fattori su cui è necessario fare alcune considerazioni:
1. Graffi profondi e trasversali alla disegnatura del legno
2. Zone esposte su tutti i lati alla luce e su diversi piani di lettura
In ordine ai punti 1 e 2 sopraelencati potremo fare una stima generica di lavorazione sui danneggiamenti più comuni calcolando una percentuale standard per i risultati ottenuti che và da circa l’ 85% per un’ esecuzione “risolutiva” ,un 10% per un’esecuzione di “miglioria” e un rimanente 5% dove anche la pittura imitativa non può apportare nessun giovamento
Per quello che riguarda la natura dei pigmenti usati e solitamente coprenti,si possono distinguere due categorie di base : i vinilici e i sintetici,i primi diluibili in acqua, i secondi a solvente,sono entrambi sovrapponibili con vernici protettive e al loro interno hanno già gli additivi per la protezione alla luce e quindi al decoloramento